14 Aug 2009

Il posto delle fragole

Ogni tanto ti perdi, o ti ritrovi, in mezzo alle centinaia di foto che hai accatastato in un luogo nascosto della casa. Non ricordi più cosa stessi cercando, ma, come ti capita troppo spesso, hai seguito il corso di pensieri più in sintonia con quel che scorre sotto i tuoi occhi. Una foto del tuo cane d’allora ti ha portato a pensare a quanti cani hai avuto e così hai cercato in altre inquadrature. Ma non ce n’erano molte e ti sei ritrovato a deviare verso quelle più vecchie dove c’erano anche molti gatti. Un’orrenda cartolina da Londra con un micio vestito da Nelson ti ha fatto sterzare. Un altro album. Un altro pacco. Un’altra vita. Eccola. Su quella ti sei fermato.
Ci sono molte persone che hai frequentato per poco tempo, ma che ti è difficile dimenticare. Li saluti uno per uno e su certi ti soffermi perché i loro nomi ti sfuggono. Molti nomi, molte parole cominciano a sfuggirti, ma ricordi ancora l’odore di quell’erba ed il confuso brusio del vicino college. Bianco e nero. Formato 18x22. Dono di un gentile italo-inglese. Quarant’anni fa eri convinto che la tua vita girasse attorno ad un pallone. Dopo quarant’anni ti accorgi che nella foto il pallone l’avevano altri. Un caso? Era il St Mary’s College di Twickenham sulla Waldergrave Road. Ci sono nomi più inglesi di questi? Poi ti ricordi che la zona si chiamava Strawberry Hill. Roba da regista svedese. Sembra veramente troppo per una foto sola. Anno 1969. Un bel luglio.

UNDER_21.jpg


admin




Name:
E-mail: (optional)
Smile: smile wink wassat tongue laughing sad angry crying 

| Forget Me